Le Gazze Ladre

Le Gazze Ladre

Autore : Ken Follett,a. Raffo
Genere : Libri, Gialli e Thriller,
Leggere : 1092
Scarica : 910
Dimensioni del File : 6.05 MB
Formato : PDF, ePub

Prendi Questo Libro

Le Gazze Ladre

Recensione Follett, una sporca dozzina di ragazze «Le gazze ladre» seguono lo schema del celebre film di Aldrich: un commando di donne coraggiose salva lo sbarco in Normandia.Piero Soria, Tuttolibri - La StampaKen Follett è uomo di innegabile talento. Ma l’immensa parte sommersa dell’iceberg del suo genio - la meno evidente e tuttavia la più organizzata - consiste nell’estrema semplicità con cui sa immaginare le sue storie: scheletri elementari, facili facili, alla portata di tutti, da condire con un vigoroso ed astuto linguaggio da telenovela, spesso popolarmente rozzo e tuttavia molto diretto, colloquiale, pettegolo. In grado cioè di programmare nel lettore attenzione automatica, priva di fatica e di stress. La parte emersa dell’iceberg - la più visibile ma per assurdo anche la meno importante perchè schematica e non bisognosa di troppa fantasia - consiste invece nell’elegante trucco di dar ossessivamente fiato, secondo un canovaccio fisso (e garantito), al rincorrersi incessante degli opposti: uomo-donna, ricco-povero, bene-male, odio-amore, coraggio-paura, pietà-crudeltà e così via. Queste sue ultime «Gazze ladre» ne sono una prova evidente. Lo scheletro non solo è elementare, ma - gran vantaggio - è pure collaudatissimo. Perchè è la replica pressochè esatta dell’ordito usato da Robert Aldrich per costruire la sua «Sporca dozzina». Nessuno (o pochissimi) hanno letto il romanzo di E.M. Nathanson da cui è stato tratto il film. Ma tutti hanno ben impressi nella mente i volti biechi, sanguigni ed, alla fine, eroici di Ernest Borgnine, Robert Ryan, John Cassavetes, Jim Brown, Charles Bronson, Donald Sutherland, George Kennedy e Telly Savalas. Tutti hanno parteggiato e palpitato (nel primo tempo) per il duro Lee Marvin nella torbida costruzione della masnada del diavolo: libertà in remissione degli efferati delitti commessi dai dodici più efferati criminali del Regno in cambio di una missione suicida contro i tedeschi. Tutti (nel secondo tempo) hanno gioito e pianto per i redenti anche se per ottenere il Paradiso hanno dovuto compiere azioni ben più ripugnanti di quelle per cui erano stati condannati. Bene: sostituite gli uomini con le donne. Dividete per due. E resterete con uno straordinario commando femminile composto da sei ragazze coraggiose. Paracadutate non lontano dall’intristita cattedrale di Chartres. E super pronte a far saltare in aria il torvo castello in cui si cela il più importante snodo telefonico nazista. Distruzione che non solo isolerebbe Berlino dalla Francia occupata, ma taglierebbe del tutto le comunicazioni col quartier generale di Rommel nell’imminenza dello sbarco di Normandia. Nella versione follettiana il ruolo di Lee Marvin viene così assunto dall’avvenente e spietata Flick Clairet, una primula rossa che sabota, spara, giustizia ed ama con la stessa intensità. Una indomita star dei servizi segreti inglesi in gonnella che parla perfettamente francese, va e viene dalla Manica come se fosse una passeggiata, organizza il maquis, lo guida nelle imprese più rischiose e ne sposa l’affascinante capo, Michel, gran rubacuori e gran cacciatore di giovanotte. Il primo tentativo di far saltare la centrale fallisce. Dieter, il nazi odioso (anche se negli interrogatori preferisce la psicologia alla tortura, è pur sempre cattivo cattivo), cattura dunque mezza Resistenza, s’impadronisce dei codici criptati di trasmissione, scopre case segrete e campi d’atterraggio clandestini. Ma non fa i conti con la cocciutaggine di Flick. Che, tornata avventurosamente in patria, ottiene di mettere insieme la sua famigerata «Mezza dozzina»: una gitana assassina, un travestito che lavora alla Telecom londinese, due lesbiche killer, una ladra specializzata in esplosivi da scardino casseforti ed una «raccomandata» del ministero tanto chiacchierona quanto pericolosa. Inutile dire come va a finire. Ed inutile sottolineare che nei fremiti della guerra, dove ogni giorno è buono per la morte e per l’amore, Michel il farfallone verrà sostituito da una nuova bruciante passione: quella per il maggiore Paul Chancellor. Un macho vero, con stimmate vere: un’evidente zoppia da scheggia e un orecchio maciullato in azione. Naturalmente un gran ritmo e colpi di scena a ripetizione per un sano divertimento quasi cinematografico. E, a proposito di cinema, vale la pena di segnalare anche il «Ricorda Maggie Rose» di James Patterson che arriva sullo schermo con il titolo di «Nella morsa del ragno». Ad interpretare Alex Cross, il cocciuto ed anticonformista detective nero di Washington, sarà come al solito Morgan Freeman, già protagonista de «Il collezionista». Il romanzo è degno di una buona rilettura perchè, in prima uscita, non ha avuto il successo che meritava. Si tratta di una storia alla Harris: Gary Soneji è uno psicopatico travestito da insegnante che uccide un giorno sì e l’altro no e, marcato della sindrome di Linbergh, rapisce e seppellisce bambini. Ma nella vita è anche Gary Murphy, un tranquillo e mite rappresentante con famiglia. Grande gioco di specchi e di sdoppiamento della personalità. Notevole.

Storia Di Mille Anni. Per Le Scuole Superiori: 2

Storia Di Mille Anni. Per Le Scuole Superiori: 2

Autore : Francesco Traniello,alberto Guasco,alfonso Prandi
Genere : Libri, Libri per bambini, Testi di formazione e consultazione,
Leggere : 3744
Scarica : 3120
Dimensioni del File : 20.74 MB
Imparo A Scrivere In Corsivo

Imparo A Scrivere In Corsivo

Autore : Roberta Fanti
Genere : Libri, Libri per bambini, Primo apprendimento,
Leggere : 2184
Scarica : 1820
Dimensioni del File : 12.10 MB